Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Grieco Marco’ Category

Giovedì, 16 febbraio 2012, alle ore 19,30 è in programma un nuovo appuntamento con la rassegna Cort’Ap, cinema corto in libreria, organizzata da CineFort, b Magazine ed Art’Empori presso il Caff’Emporio della libreria Masone.

All’incontro interverrà il regista pugliese Gino Vivabene, che introdurrà il suo lavoro: “THE NEW EXPERIENCE” premiato come “Miglior cortometraggio sezione comico/commedia alla sesta edizione di “Grande Vomero-Napoli in corto- rassegna internazionale di cortometraggi (edizione 2009) e come “Miglior cortometraggio categoria “Dubbio” alla prima edizione del “Video Viral Falstival” di Bologna (edizione 2010).

Nel corso del Cort’Ap di domani saranno proiettati due cortometraggi, inseriti nella categoria della rassegna dedicata alla serie de “I Cortissimi”. I lavori protagonisti della serata saranno: “The new experience” di Gino Vivabene (Italia, 2009) e “Quotidianità” di Daniele Landini (1’30” Italia, 2011).

La proiezione dei cortometraggi sarà preceduta dalla discussione con l’autore, moderata da Lea Modola, presidente dell’associazione Cinefort.

A seguire un aperitivo corto che, realizzato con i prodotti del GAS Arcobaleno, è promosso dal Caff’Emporio, ritrovo per un’arte biodiversa e per un’economia solidale. Il Caff’Emporio è, a Benevento, l’unica caffetteria di filiera corta: con prodotti a km zero, bio ed etici (del commercio equo e solidale – associazione Emisfero Sud).

I Registi de “I Cortissimi”

Gino Vivabene autore di “The new experience”

Nato nel1974 aMonte S. Angelo (Foggia), ha conseguito preso l’Università di Bologna la laurea in DAMS Spettacolo. Regista, soprattutto, ma anche sceneggiatore e montatore, all’occasione anche operatore di ripresa e direttore della fotografia, ha all’attivo collaborazioni con il regista Alessandro Baracco, e con diverse case di produzione televisive.

Daniele Landini autore di “Quotidianità”

Nato a Prato nel1973, hastudiato sceneggiatura, montaggio, operatore e fotografia, regia e fonico presso la Scuola di cinema Anna Magnani, e recitazione presso il Thètre des Sens. Ha collaborato alla realizzazione di numerosi cortometraggi, curandone la sceneggiatura, il montaggio, la fonica e, di alcuni anche la regia (Pomì, La coda del gatto e Quotidianità).

Read Full Post »

Giovedì 9 febbraio 2012, alle ore 19,30 è in programma un nuovo appuntamento con la rassegna Cort’Ap, cinema corto in libreria, organizzata da CineFort, b Magazine ed Art’Empori presso il Caff’Emporio della libreria Masone. Nel corso del Cort’Ap di domani saranno proiettati due cortometraggi, inseriti nella categoria della rassegna dedicata alla serie de “I Cortissimi”.

I lavori protagonisti della serata saranno: “Per versum”: “Un uomo cerca di prepararsi una sigaretta… tentativo “perverso” di applicare uno dei meccanismi tipici dell’umorismo, il rovesciamento (per versum- a rovescio) ad una situazione molto seria…”; “Mobile d’astri e di quiete”: “Rapimento ed estasi nella catabasi di un sogno ispirato ai verdi di Quasimodo. Non altro ora consola che il silenzio.. mobile d’astri e di quiete ci getta notte nel veloce inganno: pietre che l’acqua spolpa ad ogni foce”.

L’appuntamento sarà preceduto da una breve presentazione del cortometraggio, che sarà introdotto da Lea Modola, presidente dell’associazione Cinefort e da Emilio Fabozzi, direttore di bMagazine.

I Registi de “I Cortissimi”

DIEGO MONFREDINI autore di “MOBILE D’ASTRI E DI QUIETE”

Nato a Codogno nel1983, hastudiato cinema a Bologna, è attualmente filmaker indipendente e creativo multimediale. Nel 2010 ottiene alcuni premi con il cortometraggio Romeo Ken Juliet, omaggio a Ken Saro Wiwa in moderna chiave shakespeariana.

WERTHER GERMONDARI autore di “PER VERSUM”

Nato a Rimini nel1963, hafrequentato il laboratorio di sceneggiatura di Tonino Guerra, ha ottenuto una borsa di studio per il centro sperimentale di Cinematografia, si è diplomato in Fotografia e laureato a Bologna in Istituzioni di regia. Ha realizzato circa cinquanta cortometraggi, proiettati in vari Festival, compresi Cannes e Venezia

Read Full Post »

Giovedì 2 febbraio 2012, alle ore 19,30 in occasione del nuovo appuntamento con la rassegna Cort’Ap, cinema corto in libreria, organizzata da CineFort, b Magazine ed Art’Empori presso il Caff’Emporio della libreria Masone, interverrà il regista napoletano Francesco Lettieri che presenterà il suo ultimo lavoro. Per il nuovo appuntamento di Cort’Ap saranno proiettati due cortometraggi, che inaugurano la seconda parte della rassegna dedicata alla serie de “I Cortissimi”. I lavori protagonisti della serata saranno: K- CONJOG CHAPTER II di Francesco Lettieri: “Un uomo ferito fuori ad una farmacia chiusa…”; e LAZY COW di Luca Storero: “La flatulenza di una mucca prende vita ed entra in casa di un uomo…”.

L’appuntamento sarà preceduto da una breve presentazione del cortometraggio, che sarà introdotto da Lea Modola, presidente dell’associazione Cinefort e da Emilio Fabozzi, direttore di bMagazine. Alessio Masone, cofondatore di Art’Empori, introdurrà sulla campagna “Compra una quota di futuro per i tuoi figli” che, promuovendo la raccolta di quote di sottoscrizione per il ricorso contro le centrale a turbogas, incentiva una cittadinanza non delegata nella risoluzione delle emergenze territoriali e in tutti gli aspetti della vita collettiva.

CORTISSIMI

LAZY COW di LUCA STORERO

Nato a Pinerolo (Torino) nel 1963, disegna da sempre e, dopo il diploma dell’Istituto d’Arte Applicata e Design di Torino, lavora per più di vent’anni in varie agenzie di comunicazione come art director. Dal 2010 intensifica l’attività di illustratore e si misura col cinema d’animazione, realizzando alcuni cortometraggi, di cui cura anche la colonna sonora.

K-CONJOG – CHAPTER II di FRANCESCO LETTIERI

Nato a Napoli nel 1985, hastudiato cinema e cinematografia al DAMS di Roma. Ha collaborato alla regia, fotografia e montaggio di cortometraggi, videoclip, film TV e fiction, fra cui RIS 4.

Il corto K- Conjog – Chapter II è vincitore di numerosissimi premi, fra cui del “CineFortFestival” 2011 nella sezione “Cortissimi”.

 

Read Full Post »

Un Art’Ap, incontro per conoscere da vicino il “Il fotografo”, film di Carmine Girolamo girato a Benevento, è previsto giovedì, 19 gennaio 2012, ore 20,30, presso il Caff’Emporio della libreria Masone Alisei di Benevento. Promosso da Art’Empori, Cineclub Rosebud e Bmagazine, l’Art’Ap ha come tema “La genesi del film come approccio esperienziale all’opera”.

Infatti, il programma della serata prevede la proiezione del trailer del film e di alcune foto del backstage. Come interventi sul film sono previsti interventi di Maurizio Cimino, storico dell’arte e autore del soggetto del film, di Carmine Girolamo, regista, di Mauro Ielardi, operatore alla macchina, di Annalisa Chiumiento, ideatrice del soggetto. Sarà, poi, eseguita una canzone originale del film grazie al maestro Antonino Armagno, al pianoforte, che è anche autore della colonna sonora, e da Nancy (Nunzia Sardiello), voce.

A seguire gli interventi sulla cinefruizione responsabile: “Cinema indipendenti e grande distribuzione cinematografica”di Iolanda Iannella, Cineclub Rosebud; “Fruitori responsabili e cinematografi di città” di Alessio Masone, Art’Empori – PoeCivismo, movimento per una fruizione artistica responsabile. Moderato da Emilio Fabozzi, direttore del giornale Bmagazine, l’evento, in quanto aderisce alle “Pratiche responsabili per le iniziative culturali” promosse dal PoeCivismo/Art’Empori, prevede:

– un aperitivo con prodotti del territorio, senza utilizzare stoviglie monouso;

– che ogni relatore impegni il tavolo del dibattito esclusivamente per il tempo necessario al proprio intervento.

Read Full Post »

Giovedì 19 gennaio, presso il Caff’Emporio della libreria Masone, nell’ambito della rassegna Cort’Ap, cinema corto in libreria con aperitivo di filiera corta, organizzata da CineFort, b Magazine ed Art’Empori, è in programma la proiezione di“Vodka Tonic”, cortometraggio realizzato dal regista siciliano Ivano Fachin e girato tra New York e Modica. Il cortometraggio ha trionfato all’ultima edizione del “Taormina Film Festival”,  ricevendo una lunga serie di premi in molti altri festival sia italiani che americani a cui ha partecipato.

“Avere in testa il titolo prima della storia forse è sbagliato, lo ammette lui stesso. Ma avendo in testa “Vodka Tonic” Ivano Fachin aveva già tutto il plot del suo corto: la riduzione della vita ad un cocktail in cui gli ingredienti possono essere sbagliati, o può esserlo la proporzione con cui vengono miscelati. Il quarto di errore che c’è in una notte di passione, il terzo di rabbia che c’è nel cambiamento, il quinto di silenzio che c’è nell’amore, il terzo di fretta che c’è nella morte: tutto un po’ come mettere in un bicchiere di vodka tre fette di limone, anziché di lime. Così “l’incubo” di Ivano miscela illusioni e veleni. E proprio come in un incubo le verità che non osiamo raccontare neppure a noi stessi sono appena dei sussulti, nell’inconscio buio e sudato di una vita ammorbata. Sembrerebbe banale, ma non è scontato, usare l’alcol come cifra per raccontare un venditore di sogni dedito all’autodistruzione” (recensione di Concetta Bonini, pubblicata sul quotidiano siciliano Tempus).

L’appuntamento sarà preceduto da una breve presentazione del cortometraggio, che sarà introdotto da Lea Modola, presidente dell’associazione Cinefort e da Emilio Fabozzi, direttore di bMagazine.

Alessio Masone, cofondatore di Art’Empori, introdurrà sulla campagna “Compra una quota di futuro per i tuoi figli” che, promuovendo la raccolta di quote di sottoscrizione per il ricorso contro le centrale a turbogas, incentiva una cittadinanza non delegata nella risoluzione delle emergenze territoriali e in tutti gli aspetti della vita collettiva.

 

IVANO FACHIN

Siciliano di Modica, ama fin da giovanissimo il grande schermo come strumento di espressione e di liberazione. Studia a Perugia, dove si laurea in Scienze della comunicazione con lode sulla sceneggiatura di Billy Wilder “Sunset Boulevard”, e nel frattempo muove i primi passi nella settima arte, nella piccolissima ma vivace realtà del cinema indipendente della città umbra: studia alla Salon Indien Film School, collabora con allievi della scuola Immagina di Firenze, partecipa a workshop e progetti cinematografici dell’università di Perugia e si cimenta come attore teatrale e cinematografico. È da indipendente che realizza le sue prime opere, Vox Rerum, Giro di Giostra e L’Uomo Perfetto, che ottengono innumerevoli premi in Italia e all’estero e sono selezionate a centinaia di festival. Dopo la laurea, si trasferisce a New York, dove realizza Sunnyside, collabora con produzioni americane, frequenta corsi al Gotham Writers’ Workshop, all’HB studio e collabora con la New York film Academy. Nell’estate del 2010 gira Vodka Tonic, che termina nella primavera dell’anno successivo: il cortometraggio ottiene subito un grande successo vincendo, tra gli altri, il Taormina Film Festival 2011. Continua a lavorare in Italia, tornando a Modica nell’autunno 2010, sua città di origine, per realizzare Tempus, suo ultimo lavoro di fiction, che ottiene il contributo del Ministero per i Beni Culturali. Tempus è attualmente in fase di distribuzione.

Read Full Post »

Sabato 14 gennaio c’è un appuntamento da non perdere. Nell’ambito della rassegna Music’Ap presso il Caff’Emporio della libreria Masone di Benevento alle ore 12 è in programma il concerto per pianoforte solo di Giuseppe Perna, musicista pugliese, che si esibirà per la prima volta a Benevento.

Le performance di Perna sono basate sull’improvvisazione, delle sue esibizioni scrivono: “Improvvisare un assolo è come impegnarsi in una conversazione con se stessi: parli, reagisci, riparli, rispondi a te stesso, asserisci ancora qualcosa, e ne segue una ulteriore risposta. Già il piano solo viene temuto da molti pianisti come luogo di rischio, spazio in cui la solitudine non concede errore che possa essere nascosto, esposizione a una sorta di nudità emotiva e musicale che fa paura. Se a questo rischio associamo anche la totale assenza di una traccia, uno starting point che sia motore di uno spostamento controllato, allora comprendiamo il valore della sfida di Perna”. 

Giuseppe Perna.

Pianista, nasce ad Alberona, in provincia di Foggia il 18/09/1954. Studia presso il Conservatorio U. Giordano di Foggia dove insegna Armonia Modale presso la “Jazz Harmony Training  School”. Svolge negli anni un’intensa attività concertistica in “Piano solo performance” nell’ambito di varie rassegne e festival in diverse regioni d’Italia. Sei sono gli album pubblicati: “The other side of jazz”, “Modal Improvisations Vol.1”, “Modal Improvisations Vol.2”, “Esotèrik”, “Taormina” e  “Dialogue with myself

I Music’Ap, aperitivi musicali in libreria, sono promossi da Art’Empori, comunità dell’arte biodiversa, e bMagazine, rivista di giornalismo partecipato. I Music’Ap sono curati da Emilio Fabozzi e da Massimo Varchione. Gli appuntamenti in libreria coniugano la biodiversità dell’arte con quella dei consumi. L’incontro sarà chiuso da una degustazione di prodotti di filiera corta veicolati dal GAS Arcobaleno e dal Caff’Emporio, ritrovo dell’arte biodiversa e dell’economia solidale.

Read Full Post »

Giovedì 12 gennaio, alle 19.30, presso il Caff’Emporio della libreria Masone, nell’ambito della rassegna “Cort’Ap”, rassegna di cortometraggi con aperitivo di filiera corta, organizzata da CineFort, b Magazine ed Art’Empori, è in programma “Vado pazzo per le vacche”, cortometraggio realizzato dal regista piemontese Tommaso Magnano.

“Un giornalista intervista il signor Fiore, chirurgo di fama con la passione per le mucche. Questa vera ossessione gli sconvolge la vita: di notte in sala operatoria sotto l’effetto di droghe sintetiche, di giorno ammiratore estasiato delle sue mucche. Basata sull’omonima novella breve di Antonio Musotto”.

L’appuntamento sarà preceduto da una breve presentazione del cortometraggio, che sarà introdotto da Emilio Fabozzi, direttore di bMagazine.

Alessio Masone, cofondatore di Art’Empori, introdurrà sulla campagna “Compra una quota di futuro per i tuoi figli” che, promuovendo la raccolta di quote di sottoscrizione per il ricorso contro le centrale a turbogas, incentiva una cittadinanza non delegata nella risoluzione delle emergenze territoriali e in tutti gli aspetti della vita collettiva.

TOMMASO MAGNANO

Nato a Torino nel 1982, realizza Con queste mani, vincitore del Festival Laboratorio “Ientu te cinema” di Gallipoli. Frequenta il workshop in Filmmaking della PCFE Film School Pragie, la Masterclass di Tecnica Cinematografica diretta da Marco Bellocchio e Ipotesi cinema di Ermanno Olmi a Bologna; si specializza anche in produzione cinematografica preso la Cineteca di Bologna diretta da Giuseppe Bertolucci. Lavora in produzione per fiction e documentari e come produttore e aiuto regista per cortometraggi indipendenti.

Cort’Ap prevede 18 appuntamenti, ogni giovedì alle ore 19.30, fino al 23 febbraio2012, incui saranno proiettati i 21 lavori selezionati per la fase finale dell’ultimo CineFort Festival. Ogni proiezione sarà preceduta da una breve presentazione del lavoro e, quando possibile, da un’intervista all’autore del cortometraggio. Gli incontri, “corti” anche nell’aperitivo, consentiranno la degustazione di prodotti del territorio veicolati dal GAS Arcobaleno (Gruppo di Acquisto Solidale) e dal Caff’Emporio, caffetteria con prodotti bio, etici e a km zero.

Per tutta la durata della rassegna all’interno della libreria Masone, resterà esposta la mostra fotografica di Alessandro Caporaso “CinemaCittà. I cinematografi indipendenti e di città Massimo e San Marco di Benevento”. La mostra intende evidenziare la capacità di cambiamento esercitabile dal cittadino tramite la modalità di fruizione del prodotto culturale. Saranno distribuiti, durante l’incontro, i “Decaloghi per gli empori culturali corti” per promuovere il ruolo del fruitore che, se si approccia responsabilmente agli esercizi culturali indipendenti e ubicati in città, partecipa in prima persona a un modello di sviluppo capace di  nuova economia, di identità territoriale e di giustizia sociale.

Read Full Post »

Giovedì 15 dicembre 2011, presso il Caff’Emporio della libreria Masone, nell’ambito della rassegna “Cort’Ap”, rassegna di cortometraggi con aperitivo di filiera corta, organizzata da CineFort, b Magazine ed Art’Empori, è prevista la proiezione “Stand by me” di Giuseppe Marco Albano. Il cortometraggio è stato selezionato tra i 5 finalisti dei David di Donatello.

Il regista Giuseppe Marco Albano aveva già conseguito numerosi apprezzamenti con i suoi precedenti lavori, “Il cappellino” e “Xie Zi”, ma certamente è col suo ultimo lavoro, appunto “Stand by me”, che ha raggiunto gli attestati di qualità di maggior rilievo nazionale. “Stand by me”, proiettato in anteprima a Matera, è una produzione fieramente low-cost ma originalissima e molto apprezzata, basti pensare che lo stesso presidente della Giuria del David, Andrea Piersanti, di Cinecittà Holdings, lo ha definito “eccezionale”.

Un successo già in partenza che Albano condivide con il cineasta materano Antonio Andrisani, sempre presente nei suoi lavori come attore protagonista e veramente bravo in “Stand by me”, dove è stato anche co-sceneggiatore, col regista, del soggetto, grottesco e surreale, di Damiano Laterza. Bel risultato anche per la Logic Film di Antonio Rosano, che affianca Albano nella produzione sin dai suoi esordi, e cresce in qualità e tecnica insieme al giovane e talentuoso autore di Bernalda. “Stand by me” costituisce una bella vetrina promozionale anche per Matera, finalmente come location non biblica di una produzione cinematografica, insieme a Bernalda”. (www.trmtv.it)

“Il Cavaliere Pacucci è un genio dell’imprenditoria funebre della città di Matera, famosa per aver fatto da sfondo a molti film biblici da Pierpaolo Pasolini a Mel Gibson”.

L’appuntamento sarà preceduto da una breve presentazione del cortometraggio, che sarà introdotto da Emilio Fabozzi, direttore di bMagazine.

Alessio Masone, cofondatore di Art’Empori, introdurrà sulla campagna “Compra una quota di futuro per i tuoi figli” che, promuovendo la raccolta di quote di sottoscrizione per il ricorso contro le centrale a turbogas, incentiva una cittadinanza non delegata nella risoluzione delle emergenze territoriali e in tutti gli aspetti della vita collettiva.

Giuseppe Marco Albano

Nasce a Cisternino (BR) il 26 aprile del 1985. Scrittore, sceneggiatore e regista, nel 2008 fonda l’associazione culturale “Basiliciak” per promuovere il cinema lucano. Il cortometraggio Il cappellino, da lui scritto e diretto nel 2008 arriva in più di cento Festival italiani ed internazionali, tra cui il “Giffoni Film Festival” 2009 nella sezione 10+Elements e viene addirittura candidato ai Globi d’oro 2009 come miglior cortometraggio italiano. L’anno successivo firma XIE ZI, unico cortometraggio italiano finalista al GFF 2010 nella sezione 10+Elements. Al “CineFortFestival” 2011 ha vinto con Stand by me il primo premio ex aequo con Dulce, nella sezione “Piccole illusioni”

Cort’Ap prevede 18 appuntamenti, ogni giovedì alle ore 19.30, fino al 23 febbraio2012, incui saranno proiettati i 21 lavori selezionati per la fase finale dell’ultimo CineFort Festival. Ogni proiezione sarà preceduta da una breve presentazione del lavoro e, quando possibile, da un’intervista all’autore del cortometraggio. Gli incontri, “corti” anche nell’aperitivo, consentiranno la degustazione di prodotti del territorio veicolati dal GAS Arcobaleno (Gruppo di Acquisto Solidale) e dal Caff’Emporio, caffetteria con prodotti bio, etici e a km zero.

Per tutta la durata della rassegna all’interno della libreria Masone, resterà esposta la mostra fotografica di Alessandro Caporaso “CinemaCittà. I cinematografi indipendenti e di città Massimo e San Marco di Benevento”. La mostra intende evidenziare la capacità di cambiamento esercitabile dal cittadino tramite la modalità di fruizione del prodotto culturale. Saranno distribuiti, durante l’incontro, i “Decaloghi per gli empori culturali corti” per promuovere il ruolo del fruitore che, se si approccia responsabilmente agli esercizi culturali indipendenti e ubicati in città, partecipa in prima persona a un modello di sviluppo capace di  nuova economia, di identità territoriale e di giustizia sociale.

Read Full Post »

Giovedì 1° dicembre, alle ore 19.30, presso il Caff’Emporio della Libreria Masone, è in programma un nuovo appuntamento con Cort’Ap, rassegna di cortometraggi con aperitivi del territorio, organizzata da CineFort, b Magazine ed Art’Empori. Nel corso dell’appuntamento sarà presentato il cortometraggio “Papà” alla presenza dell’autore Emanuele Palamara

“Papà” narra dell’incredibile vigilia di Natale del dottor Rocca, presidente di una multinazionale, e di un barbone. Incrociandosi ad un semaforo, i due si ritroveranno a fare una sbalorditiva scoperta.

L’appuntamento sarà preceduto da una breve presentazione del cortometraggio, che sarà introdotto da Lea Modola, presidente dell’associazione Cinefort.

Alessio Masone, cofondatore di Art’Empori, introdurrà sulla campagna “Compra una quota di futuro per i tuoi figli” che, promuovendo la raccolta di quote di sottoscrizione per il ricorso contro le centrale a turbogas, incentiva una cittadinanza non delegata nella risoluzione delle emergenze territoriali e in tutti gli aspetti della vita collettiva.

EMANUELE PALAMARA

Nasce a Napoli il 20 agosto 1986. Da sempre appassionato di cinema, comincia a lavorare come assistente alla regia nel 2009 al documentario di Maria Sole Tognazzi Ritratto di mio padre. Collabora, sempre in qualità di assistente alla regia, con Matteo Rovere per il film Gli sfiorati. Nel 2010 gira il suo primo cortometraggio dal titolo Il Gramofono. Con Papà ha vinto il premio “Cortolazio” come miglior sceneggiatura ed il premio come miglior attore (Luciano Scarpa e Remo Remotti ex aequo) al festival “La Cittadella del Corto” e menzione speciale per Remotti anche al “CineFortFestival 2011”.

Cort’Ap prevede 18 appuntamenti, ogni giovedì alle ore 19.30, fino al 23 febbraio 2012, in cui saranno proiettati i 21 lavori selezionati per la fase finale dell’ultimo CineFort Festival. Ogni proiezione sarà preceduta da una breve presentazione del lavoro e, quando possibile, da un’intervista all’autore del cortometraggio. Gli incontri, “corti” anche nell’aperitivo, consentiranno la degustazione di prodotti del territorio veicolati dal GAS Arcobaleno (Gruppo di Acquisto Solidale) e dal Caff’Emporio, caffetteria con prodotti bio, etici e a km zero.

Per tutta la durata della rassegna all’interno della libreria Masone, resterà esposta la mostra fotografica di Alessandro Caporaso “CinemaCittà. I cinematografi indipendenti e di città Massimo e San Marco di Benevento”. La mostra intende evidenziare la capacità di cambiamento esercitabile dal cittadino tramite la modalità di fruizione del prodotto culturale. Saranno distribuiti, durante l’incontro, i “Decaloghi per gli empori culturali corti” per promuovere il ruolo del fruitore che, se si approccia responsabilmente agli esercizi culturali indipendenti e ubicati in città, partecipa in prima persona a un modello di sviluppo capace di  nuova economia, di identità territoriale e di giustizia sociale.

Read Full Post »

Giovedì 24 novembre, alle ore 19,30, presso il Caff’Emporio della libreria Masone di Benevento, è in programma un nuovo appuntamento con “Cort’Ap”, rassegna di cortometraggi con aperitivi del territorio, organizzata da CineFort, b Magazine ed Art’Empori. Nel corso dell’incontro sarà proiettato il cortometraggio “Dulce” di David Casals – Roma,14’, Spagna, 2011.

“E’ una favola sull’innamoramento. Si dice che in quella casa dimori la dolcezza e la finestra ne rifletta la storia d’amore custodita all’interno. In Dulce ogni parola ha un significato importante ed i più grandi sentimenti sono trasformati in piccoli gesti semplici”.

L’appuntamento sarà preceduto da una breve presentazione del cortometraggio, che sarà introdotto da Lea Modola, presidente dell’associazione Cinefort ed Emilio Fabozzi, direttore di bMagazine.

 

Ivan Ruiz Flores è laureato in Scienze dell’Informazione all’Università Complutense di Madrid, ha continuato i suoi studi con vari corsi di sceneggiatura, di direzione e produzione cinematografica. Ha firmato diversi corti come Sombras de differentes arrugas e Tu Frase, entrambi del 2008; l’anno seguente, invece, gira La culpa del otro con il quale vince numerosissimi premi in Spagna, Ungheria, Italia, Stati Uniti e America Latina. Ha al suo attivo anche un lungometraggio Lecciòn debida (2011). Al “CineFortFestival” 2011 vince il primo premio nella sezione “Piccole illusioni” ex aequo con Stand by Me di Albano.

Cort’Ap prevede 18 appuntamenti, ogni giovedì alle ore 19.30, fino al 23 febbraio2012, incui saranno proiettati i 21 lavori selezionati per la fase finale dell’ultimo CineFort Festival. Ogni proiezione sarà preceduta da una breve presentazione del lavoro e, quando possibile, da un’intervista all’autore del cortometraggio. Gli incontri, “corti” anche nell’aperitivo, consentiranno la degustazione di prodotti del territorio veicolati dal GAS Arcobaleno (Gruppo di Acquisto Solidale).

Per tutta la durata della rassegna all’interno della libreria Masone, resterà esposta la mostra fotografica di Alessandro Caporaso“CinemaCittà. I cinematografi indipendenti e di città Massimo e San Marco di Benevento”. La mostra intende evidenziare la capacità di cambiamento esercitabile dal cittadino tramite la modalità di fruizione del prodotto culturale.

Saranno distribuiti, durante l’incontro, i “Decaloghi per gli empori culturali corti” per promuovere il ruolo del fruitore che, se si approccia responsabilmente agli esercizi culturali indipendenti e ubicati in città, partecipa a un modello di sviluppo capace di  nuova economia, di identità territoriale e di giustizia sociale.

Read Full Post »

Giovedì 17 novembre, alle ore 19,30, presso il Caff’Emporio della libreria Masone di Benevento, è in programma un nuovo appuntamento con “Cort’Ap”, rassegna di cortometraggi con aperitivi del territorio, organizzata da CineFort, b Magazine ed Art’Empori. Nel corso dell’incontro sarà proiettato il cortometraggio “Menjar casolà” di David Casals – Roma,14’, Spagna, 2011.

“Un uomo solitario festeggia il suo compleanno ogni giorno in un ristorante diverso della città, fino a quando incontra una donna con il suo stesso passatempo. L’uomo è sempre più attratto da quella donna che gli mostrerà l’inquietante solitudine della società attuale”.

L’appuntamento sarà preceduto da una breve presentazione del cortometraggio, che sarà introdotto da Lea Modola, presidente dell’associazione Cinefort e da Emilio Fabozzi, direttore di bMagazine.

David Casals è nato a Lleida, ha studiato cinema all’Università di Birkbeck di Londra e ha frequentato diversi workshop cinematografici in Spagna, Inghilterra, Stati Uniti e Italia. A partire dal2000 ha girato otto cortometraggi: Un brutto sogno, L’ora del bruttone (2001), On/Off (2002), Cocktail del tempo (2004), Gli occhi di Djamel (2005), Salvare il mondo (2007), Violetta la cortigiana (2011), Menjar casolà (2011). I suoi lavori sono stati premiati in numerosi festival europei, asiatici e americani. Al “CineFortFestival” 2011 Menjar casolà ha ricevuto una menzione speciale per la miglior sceneggiatura, firmata da Raül Ruiz Miquel. Al momento David lavora al suo primo lungometraggio.

Cort’Ap prevede 18 appuntamenti, ogni giovedì alle ore 19.30, fino al 23 febbraio2012, incui saranno proiettati i 21 lavori selezionati per la fase finale dell’ultimo CineFort Festival. Ogni proiezione sarà preceduta da una breve presentazione del lavoro e, quando possibile, da un’intervista all’autore del cortometraggio. Gli incontri, “corti” anche nell’aperitivo, consentiranno la degustazione di prodotti del territorio veicolati dal GAS Arcobaleno (Gruppo di Acquisto Solidale).

Per tutta la durata della rassegna all’interno della libreria Masone, resterà esposta la mostra fotografica di Alessandro Caporaso “CinemaCittà. I cinematografi indipendenti e di città Massimo e San Marco di Benevento”. La mostra intende evidenziare la capacità di cambiamento esercitabile dal cittadino tramite la modalità di fruizione del prodotto culturale. Saranno distribuiti, durante l’incontro, i “Decaloghi per gli empori culturali corti” per promuovere il ruolo del fruitore che, se si approccia responsabilmente agli esercizi culturali indipendenti e ubicati in città, partecipa a un modello di sviluppo capace di nuova economia, di identità territoriale e di giustizia sociale.

Read Full Post »