Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘giuseppe verdisco’ Category

Sabato, 19 marzo 2011, ore 11.00, presso il Caff’Emporio della libreria Masone di Benevento, l’associazione Città di Eufemia e altre associazioni della Rete Arcobaleno promuovono un incontro sui Microrganismi Effettivi dal titolo “La filiera della materia organica: dal compostaggio domestico e agricolo ai micro impianti EM-Bio”.
 
Introduce Maria Pia Cutillo, Rete Arcobaleno e CoReRi (Coordinamento Regionale Rifiuti Campano), e intervengono Stefan Tinkauser, AD di EM-Bio Italia, e Alfonso Melillo, esperto di gestione rifiuti dell’associazione Città di Eufemia.
 
I Microrganismi Effettivi (o Efficaci) sono capaci di divorare i rifiuti umidi trasformando le sostanze chimiche tossiche in composti semplici e innocui, come vitamine o aminoacidi.
EM «Effective Microrganism» è il nome che il microbiologo giapponese Teruo Higa ha dato a questi microrganismi, non modificati geneticamente, estremamente efficaci per l’ambiente nella concimazione naturale del terreni agricoli, nel trattamento delle acque reflue, nel compostaggio dei rifiuti organici.
 
Le associazioni della Rete Arcobaleno promotrici dell’iniziativa: Città di Eufemia (San Lorenzello), Emisfero Sud, Entroterra (San Giorgio la Molara), GAS Arcobaleno, Januaria, La Cinta Onlus, Lerka Minerka, LIPU Benevento, WWF Sannio, Codisam (Sant’Arcangelo Trimonte), Comitato civico di Guardia Sanframondi, Comitato civico di San Salvatore Telesino.

Read Full Post »

Con l’Art’Ap, Aperitivo Artistico, di sabato 26 febbraio 2011, alle ore 12.00, presso il Caff’Emporio, ritrovo dell’arte biodiversa e dell’economia solidale ospitato dalla libreria Masone di Benevento, si inaugura “Da qualche parte, altrove”, mostra che coinvolge le sculture di Francesco Da Polis e le tele di Giuseppe Verdisco, in esposizione fino al 20 marzo 2011.
 
Nel corso dell’Art’Ap, verrà proiettato “Una giornata qualunque”, videoclip di Francesco Da Polis che racconta la solitudine dell’uomo moderno.
 
Francesco Da Polis, artista campano, espone con pseudonimi per sottrarsi all’ossessione di un’arte omologata alla risonanza dell’autore e sempre più dimentica della diversità dei contenuti.
 
Giuseppe Verdisco, artista beneventano, alla continua ricerca di un altrove, si esprime con uno stile metafisico sospeso tra passato e presente.  
 
Altrove… quel luogo indefinito tra sogno e realtà… quel luogo in cui albergano e fluttuano malinconie, timori, desideri ed aspettative… quel luogo in cui siamo tragicamente veri.
Altrove è un viaggio introspettivo in cui rivivono i ricordi… un viaggio attraverso un intreccio di sensazioni e stati d’animo sbiaditi… è un rifugio… una destinazione.
Altrove è un ritorno al passato per non dimenticarlo… per afferrare un senso nuovo e diverso di ciò che è stato… è come seguire una rotta sconosciuta verso un territorio abbandonato… e ritrovarlo uguale, intatto. Quel territorio abbandonato però rappresenta la genuinità di un’emozione… la spontaneità di un sentimento… la capacità immutata di vivere attimi con rinnovato trasporto… è l’inizio di qualcosa di nuovo… senza perdere le indicazioni del passato…

Read Full Post »